Economia Circolare

Appena abbiamo incominciato il percorso di validazione del nostro prodotto, siamo stati ossessionati nel ricercare un modello di business efficiente e di renderlo il più possibile circolare.


Secondo Peter Lacy, Managing Director di Accenture per la Strategia sulla Sostenibilità sono cinque le considerazioni fondamentali

  • Come possiamo progettare i nostri prodotti pensando al recupero delle risorse?

  • Come possiamo sviluppare linee di prodotti per soddisfare la domanda senza sprecare risorse?

  • Come possiamo reperire materiale nei cicli rigenerativi piuttosto che nei flussi lineari?

  • Come possiamo sviluppare un modello di revenue che protegga il valore del business?

  • Come possiamo convincere i nostri clienti a collaborare con noi?


Ecco come abbiamo risposto, proponendo al nostro team di sviluppo una roadmap a 10 R

1R- Rifiutare ogni scorciatoia per produrre più velocemente e abbassare i costi di produzione e inevitabilmente la qualità

2R- Riciclare attraverso la valorizzazione delle maestranze e delle professionalità scampoli di stoffa che andrebbero buttati o in disuso

3R- Riutilizzare con creatività le confezioni per dare nuova utilità e funzionalità ad oggetti di uso comune, coinvolgendo i nostri clienti per darci suggerimenti

4R- Recuperare le tradizioni delle arti e della manualità delle persone che cuciono e confezionano i nostri sacchetti

5R- Responsabilità nella gestione delle attività di produzione, distribuzione e vendita.

6R- Rispetto per la filiera e le persone che vi lavorano

7R- Remunerazione dei singoli artigiani che producono e che lavorano per assicurare il massimo della qualità

8R- Riprogettare le modalità di acquisto della pasta e renderla accessibile e sostenibile

9R- Rivoluzionare il modello di business per renderlo innovativo e circolare

La n.10 è Risultati.

L’impegno è tutto rivolto a ottenere il massimo per i nostri clienti.

UNO.61 è l’inizio di un mondo, dove anche la bontà come la bellezza ha le sue regole!